Split – Disturbo dissociativo della delusione.

0

Film del 2017 di M. Night Shyamalan. Da quando il trailer è stato diffuso per la prima volta sulla pagina ufficiale della Univeral Pictures, il film è stato atteso e acclamato come un possibile capolavoro di critica e botteghino.

La pellicola racconta, parafrasandola, la storia di Billy Milligan, giovane affetto da disturbo dissociativo della personalità. Il suo caso è diventato eclatante a causa del numero elevatissimo di diverse personalità che abitavano il corpo di Billy: 24.

Nel film: Kevin è affetto dal disturbo dissociativo e contiene nel suo corpo 23 differenti personalità, che si combattono tra loro. Alcune delle personalità prendono il sopravvento sulle altre e rapiscono tre giovani studentesse, con il preciso intento di offrirle in dono alla “Bestia”. Dovrebbe trattarsi della personalità suprema, in grado di controllare tutte le altre e di modificare perfino il suo corpo, mostrando una forza sovrumana. Kevin è aiutato da una psichiatra, la quale studia da anni soggetti affetti dallo stesso disturbo e ritiene che possano arrivare a fare cose straordinarie.

La storia di Billy Milligan è complessa, a tratti spaventosa, ma assolutamente straordinaria. Il film invece si dimostra presto banale: tentando di dargli una sfumatura horror, il regista sfocia nella fantascienza e nel kitsch. Con le enormi potenzialità di una storia vera così particolare, potevamo trovarci di fronte un nuovo capolavoro, ma viene da chiedersi se Shyamalan fosse la persona giusta per trattare un argomento del genere.

L’unica cosa impeccabile è di certo l’interpretazione di James McAvoy, attore scozzese già protagonista di molti film ben riusciti (come alcuni capitoli della saga X-men, in cui interpreta un giovane Professor X).

Infine, una volta ancora, ci troviamo a entrare in una sala cinematografica pieni di speranza ed emozione, per uscire pentendosi dei soldi spesi.

Che peccato.

Condividi questo articolo Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someonePrint this page
The following two tabs change content below.
Linda Moncado

Linda Moncado

Nata il 13 settembre 1993 a Vimercate. Ho vissuto e frequentato le scuole nel piccolo paese brianzolo dove mia madre aveva un bar, da cui osservavo l'umanità. Ho frequentato il Liceo Linguistico a Monza. Sogno di fare la scrittrice da quando ero bambina e mi sono innamorata de Il richiamo della foresta di Jack London. Oggi i miei modelli letterari sono F.S. Fitzgerald, Hemingway e Garcia Marquez.

E tu cosa ne pensi?